Home

L'Associazione Santa Maria del Campo, Cultura Arte e Tradizione, in collaborazione con la Parrocchia di San Martino di Noceto - Rapallo organizza un concerto per soprano e organo.

Il pomeriggio musicale in programma per il 26 giugno alle ore 18,00 nella Chiesa Parrocchiale di San Martino di Noceto, realizzato grazie al contributo dell'ufficio rapallese di Banca Mediolanum, vedrà protagonisti il soprano Patrizia Bozzo e l'organista Fabio Macera.

 

Patrizia Bozzo ha intrapreso giovanissima lo studio della musica, proseguendolo successivamente presso il Conservatorio “Federico Ghedini” di Cuneo (già sezione distaccata del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino). Dopo aver brillantemente conseguito il diploma partecipa a diversi corsi di perfezionamento.

Nel 1991 debutta a Torino nel ruolo dell’Angelo ne “Il concilio d’amore” di Oskar Panizza. Successivamente intraprende una intensa attività concertistica che la porta ad esibirsi nelle principali città italiane, vedendola protagonista di importanti produzioni musicali (Rossini: Stabat Mater, Petite Messe Solemnelle; Pergolesi: Stabat Mater; Dvorak: Missa Solemnis; Mozart: Kronungsmesse; etc.).

Nel 1995 è Tisbe nella Cenerentola di Rossini al Festival Lirico di Varese Ligure. Nel 1996, presso lo stesso festival, interpreta Giovanna nel Rigoletto di Verdi.

Dal 1999 si dedica anche al repertorio barocco collaborando con ensembles specializzati in esecuzioni filologiche ed esibendosi in importanti festival in Italia e all’estero (Festival dei Due Mondi di Spoleto, Festival Monteverdi di Cremona, Festival Lodoviciano. Ha inciso, per l’etichetta Bongiovanni di Bologna, l’oratorio Ester di Alessandro Stradella in prima registrazione mondiale.

Per la stagione d’opera e balletto 2003/2004 del teatro Carlo Felice di Genova ha partecipato all’allestimento de “Il ritorno di Ulisse in patria” di Claudio Monteverdi. Nel luglio 2005 ha preso parte all’esecuzione del Miserere di Giuseppe Tartini, proposto in prima esecuzione in epoca moderna al Festival dei Due Mondi di Spoleto. Nel 2006 ha interpretato il ruolo di Sesto nel “Giulio Cesare in Egitto” di G.F. Haendel sotto la direzione di Luca Franco Ferrari, di cui è stata realizzata un’incisione discografica per l’etichetta “Concerto”.

Fabio Macera è nato a Genova nel 1974 e ha compiuto gli studi musicali con E. Traverso conseguendo il Diploma in Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio “G. Cantelli” di Novara. Ha approfondito vari aspetti interpretativi e di prassi esecutiva durante corsi tenuti da illustri docenti quali H. Vogel, Chr. Stembridge, D. Hunter, M. Radulescu e G. Bovet. Si è perfezionato inoltre nella musica antica e sinfonica francese con J.P. Lecaudey presso l’ Ecole de musique di Saint-Remy-de-Provence.

Ha tenuto concerti in tutta Europa partecipando a vari festival e rassegne organistiche sia in qualità di solista che come accompagnatore di cantanti solisti, di cori e strumentisti. È stato recentemente selezionato per partecipare nel 2015 alle “Auditions d’orgue” presso la Cattedrale di Notre-Dame di Parigi.

È membro della Commissione Diocesana per gli organi della Diocesi di Chiavari per la quale ha collaborato alla catalogazione degli organi e alla realizzazione del volume “Gli Organi della Diocesi di Chiavari”, edito in occasione del Giubileo dell’anno 2000. È direttore artistico del Festival Organistico Internazionale “Armonie Sacre percorrendo le Terre di Liguria” e socio fondatore dell’Orchestra “Jean Sibelius” di Rapallo. Svolge la sua attività di organista presso lo storico organo Serassi del Santuario del SS. Crocifisso in Borzonasca (GE) e presso la Basilica Arcipresbiterale dei SS. Gervasio e Protasio in Rapallo.