^Torna Su
foto1 foto2 foto3 foto4 foto5

Cerca nel sito

Iniziative CFSM

Il direttivo del comitato ha da subito deciso di curare anche quei piccoli particolari che danno lustro al lavoro ed al senso di appartenenza ad un gruppo. Già nel 2007 sono state realizzate le “maglie del comitato”: t-schirt di colore blu scuro. Questo colore può essere definito neutro, in quanto mai utilizzato per nessuna maglia dei 4 storici quartieri. Le magliette sono state dotate di un simbolo che con il passare del tempo è diventato il logo del comitato.

Anche per il simbolo la scelta è stata e ponderata ed è ricaduta sulla croce di San Giorgio (croce rossa su campo bianco), simbolo che ben ricorda le bandiere degli storici quartieri essendo esso elemento comune dei quattro vessilli puntualmente issati sui pennoni il 14, 15 e 16 agosto.

Per l’anno 2009 il direttivo ha deciso di far realizzare la camicia del comitato fuochi. I membri del comitato hanno potuto sfoggiarla per la prima volta in occasione della raccolta fondi eseguita nelle case della frazione, domenica 9 agosto 2009.

Altre iniziative

Il comitato volge particolare attenzione all’aspetto pubblicitario. I suoi membri infatti si impegnano a sponsorizzare e pubblicizzare nel miglior modo possibile la festa del 15 agosto per far sì che ogni anno un numero sempre maggiore di persone possa onorare N.S. Assunta visitando la bella Santa Maria e partecipando al programma religioso e civile dei festeggiamenti.

Volantini/depliant

Questi con il passare degli anni si sono arricchiti notevolmente di informazioni e di colore. Come si può notare a partire dal 2008 è presente tutto il programma della festa. Ciò è sintomo degli ottimi rapporti di collaborazione che intercorrono tra le diverse componenti di questa festa.

volantino 2007 - volantino 2008 - volantino 2009 - volantino 2010

volantino 2011 - volantino 2012 - volantino 2013 - volantino 2014

Lo striscione
Nel 2009 è stato realizzato, per iniziativa dei giovani del comitato uno striscione di 8 metri per circa uno. Questa creazione a partire da tale anno verrà sempre “appesa” nel piazzale antistante il casello autostradale di Rapallo (foto inizio pagina). Anche nel 2010 è stato realizzato un’imponente striscione (10 metri per 2).
La locandina poliglotta
A partire dal 2009, in seguito ad una geniale intuizione dei giovani membri del comitato, viene mandata alle stampe una “locandina poliglotta” allo scopo di informare il turista straniero dei nostri fuochi e invitarlo a presenziare a Santa Maria il 15 agosto.
 
Il trasferimento dell’asta della bandiera (agosto 2008)

 

La prima persona che nel 2007 ha espresso la volontà di riportare l’asta della bandiera del Quartiere Chiesa dove si trovava un tempo, è stato il massaro Mauro Ovidi. La proposta è stata accolta con gioia dal direttivo del Comitato, il quale nel 2008, ad ottant’anni dalla realizzazione del vessillo, ha provveduto ad assecondare tale richiesta.

Per i membri del Comitato questo spostamento rappresenta il legame con la storia, con la tradizione, il legame con chi ha fatto grande questa festa e di conseguenza questa frazione. Basti pensare che i membri del comitato si ritrovano a disporre la sparata del 15 agosto ai piedi dell’asta di questa bandiera.

E sempre ai suoi piedi, partono i giochi pirotecnici che la sera di ferragosto sanno affascinare il pubblico in una cornice unica, ove presente e passato si intrecciano per regalare nuove emozioni e rievocare “antichi” ricordi e splendori.

La Tombolata
A partire dal 2012, nei primi giorni di giorni gennaio, il Comitato Fuochi si è lanciato nell'organizzazione di una bellissima tombolata a cavallo delle festività natalizie.
Durante la serata, i partecipanti concorrono per i ricchi premi e brindano tutti insieme al nuovo anno da poco iniziato.
"Colpi di teatro"

Non solo pirotecnìa e non solo gastronomia…. A partire dal 2013 il Comitato Fuochi ha deciso di organizzare in primavera anche una serata teatrale all’insegna della lingua genovese.

Grazie alla bravura della Compagnia Teatrale San Fruttuoso di Genova l’asilo parrocchiale si è trasformato in un vero e proprio teatro dove la commedia in dialetto è diventata assoluta protagonista, interrotta solo da scroscianti applausi e numerose risate.

Nel 2013 per la rassegna battezzata “Colpi….di Teatro” è andata in scena la commedia brillante in tre atti, di Enrico Scaravelli “Moaè segua… Poaè incerto”.  Con lo stesso format nel 2014 il pubblico di Santa Maria ha assistito divertito alla rappresentazione de “ ‘Na famiggia comme se deve” e nel 2015 con la commedia "Pe' na nagnà de marenghi".

Nel 2016 la manifestazione approda nel prestigioso Teatro della Clarisse di Rapallo con "Bocce", commedia goviana in tre atti presentata ancora una volta dalla Compagnia Teatrale San Fruttuoso di Genova presenta, in occasione del 50° anniversario della scomparsa  del celeberrimo teatrante genovese Gilberto Govi. La serata è realizzata in collaborazione con Associazione Santa Maria.

La Compagnia Teatrale San Fruttuoso di Genova, nel 2017,  sempre nel Teatro della Clarisse di Rapallo, ripete il successo della rappresentazione dell'anno precedente con la commedia brillante "Tutto pe 'n corpo de testa". La serata è realizzata in collaborazione con Associazione Santa Maria consente anche di raccogliere fondi per il restauro della nostra Chiesa Parrocchiale.
 

Immagini di “Colpi….di Teatro” 2013 - “Moaè segua… Poaè incerto”.

 

Immagini di “Colpi….di Teatro” 2014 - ‘Na famiggia comme se deve”

 

Immagini di “Colpi….di Teatro” 2015 - "Pe' na nagnà de marenghi"

 

Immagini di “Colpi….di Teatro” 2016 - "Bocce"

 

Immagini di “Colpi….di Teatro” 2017 - "Tutto pe 'n corpo de testa"

 

 

 

Assunta 2016 - "Benedizione della Candela"

 

La Comunità di Santa Maria del Campo a Rapallo ha voluto ringraziare la Madonna con un gesto simbolico ma significativo: il dono di un cero pasquale da parte del Comitato Fuochi Santa Maria, costituito 10 anni fa. Il cero è stato posto in un porta candela a forma di mortaretto di grandi dimensioni, a significare, come anche la pirotecnica, voglia essere un gesto di devozione e di fede.  

 

La messa vespertina della vigilia è stata presieduta dal vescovo diocesano. Mons. Alberto Tanasini ha invitato i fedeli a non perdere mai la speranza, proprio come Maria, che si è affidata sino alla Gloria nei cieli. La comunità è molto legata al culto mariano, partecipa alle celebrazioni religiose e dà vita a festeggiamenti civili. Il passato, invece, è stato ripercorso in un volume “Ricordi” da Adriana Campodonico, che, sollecitata dai nipoti, ha trascritto alcune pagine di storia della comunità.

Articolo tratto dal sito internet della Diocesi di Chiavari

 

 

Copyright © 2014. Santa Maria del Campo - Rapallo Rights Reserved.